Alito cattivo: come combatterlo. Cause e rimedi efficaci

Parliamo di un problema da non sottovalutare, che affligge e accomuna tante persone: l’alito cattivo. Come Combatterlo? Vediamo quali sono le cause dell’alitosi e i possibili rimedi.

Oggi ci occupiamo di alito cattivo: come combatterlo? Vediamo insieme le più comuni cause dell’alito cattivo e i rimedi per risolvere e migliorare il problema. Ti sarà certamente capitato. qualche volta, di avvicinarti a una persona e sentire che questa ha un odore sgradevole dell’alito, oppure a essere soggetto tu stesso a dover fare i conti con questo spiacevole inconveniente.

A tal proposito, ti diamo una pessima notizia: spesso, chi soffre di alitosi, è l’ultimo ad accorgersene! Purtroppo, difficilmente noi stessi riusciamo a capire se abbiamo veramente l’alito fresco, per cui potrebbe essere utile essere avvisati da qualcuno.

Questa condizione può diventare imbarazzante, mettendo a rischio i rapporti interpersonali e le relazioni con il mondo esterno, per cui vale la pena di risolverla il prima possibile. Una volta individuato il problema, bisogna cercare la causa, per poter mettere in pratica la soluzione più idonea al nostro caso specifico.

Alito cattivo: cause e rimedi

Le cause dell’alito cattivo

Ma quali sono le principali cause dell’alito cattivo?  È fondamentale capire  le motivazioni che  hanno portato l’alterazione dell’odore dell’alito, per poter consigliare come porvi rimedio. Ecco da cosa deriva l’alitosi, in sei punti principali:

  • Accumulo di placca batterica sulle superfici di denti e gengive
  • Disturbi gengivali (come gengiviti o parodontopatia) non adeguatamente curati
  • Assunzione eccessiva di particolari alimenti (aglio, cipolla, spezie, alcolici)
  • Masticare tabacco o fumare sigarette
  • Diete troppo restrittive, che limitino molto l’integrazione di carboidrati
  • Malattie come diabete, mal di gola o infezioni del torace
  • Eccessiva secchezza delle fauci (xerostomia), ovvero elevata scarsità di saliva

Per quanto riguarda il fumo o l’assunzione di alcolici e cibi troppo forti, è facile capire che l’unico rimedio è sospendere o ridurre l’uso di tali sostanze, per poter tornare a sorridere e parlare tranquillamente con gli altri.

Alitosi da scarsa igiene orale: rimedi

I rimedi per l’alitosi derivata da accumuli di placca consistono innanzitutto nel cominciare a lavare bene i denti con spazzolino e un apposito dentifricio antiplacca, per almeno tre volte al giorno, o comunque dopo ogni pasto principale.

Essenziale è l’utilizzo del filo interdentale, che non deve mai mancare in un corretto programma di igiene orale. Inoltre, è necessario recarsi ogni sei mesi dal proprio dentista di fiducia, per sottoporsi a una seduta di igiene professionale, durante la quale verranno rimossi i depositi di placca ormai induriti (tartaro), impossibili da rimuovere manualmente a casa.

Alitosi: come combatterla

Se la causa dell’alito cattivo proviene da problemi gengivali come gengiviti o parodontopatie in corso, è necessario trattare il problema, recandosi da uno specialista, il quale provvederà a curare prima la malattia dentale, poi a consigliarvi su come mantenere una buona igiene dentale e non avere ricadute. Sì, perché non tutti sanno che una delle prime cause della gengivite o della parodontopatia (comunemente detta piorrea), è una cattiva igiene orale.

Per chi soffre di xerostomia (salivazione scarsa), oltre ad accertarsi della effettiva provenienza della problematica, si consiglia di provare a bere molta acqua o mangiare caramelle senza zucchero. Altri rimedi per aumentare la salivazione e dunque sconfiggere l’alitosi, potrebbero essere aumentare l’umidità dell’aria nella stanza in cui si dorme, tramite l’impiego di vaporizzatori o umidificatori. Inoltre, è possibile acquistare, in farmacia o online, specifici collutori o gel idratanti, pensati proprio per reidratare le mucose della bocca.

Oltre al normale lavaggio dei denti, consigliamo di coadiuvare l’igiene con un buon collutorio antibatterico e antiplacca, contenente principi attivi come la clorexidina, scoprili cliccando quiNell’attesa di risolvere la gengivite o di completare i trattamenti  professionali sui tessuti parodontali, il problema dell’alitosi può essere alleviato mediante l’uso di spray o compresse salva-alito, acquistabili in farmacia, ma  disponibili anche per l’acquisto online.

Tali prodotti, sono principalmente composti da oli essenziali, come quello di Cardamomo, oppure estratti di Clorofilla, che si trova anche sotto forma di barrette o compresse masticabili. Queste soluzioni potrebbero, nel frattempo, risultare davvero utili per vivere più serenamente e affrontare con maggiore tranquillità il contatto con le persone che ti circondano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *