Blanx white shock trattamento sbiancante con led

Blanx white shock è il trattamento sbiancante con led più facile da usare, per questo è indicato anche per chi ha poca manualità e vuole acquistare un prodotto easy. In realtà si tratta di un dentifricio che, attivato grazie alla luce blu, promette una schiaritura fino a 4 gradazioni di colore, in circa due settimane di utilizzo costante. 

Il principio attivo contenuto all’interno dello sbiancamento dentale domiciliare Blanx white shock è denominato Actilux: si tratta di un composto formato da microcristalli biocompatibili brevettati da Coswell S.p.A. . La luce a led inclusa nel pack va ad attivare questi cristalli, con un’azione antibatterica e con il risultato di sbiancare i denti senza rovinare lo smalto. Tra gli ingredienti dichiarati dalla casa non ci sono  perossidi, peg o parabeni, nemmeno sls. Ma mantiene davvero ciò che promette? Vediamolo nel dettaglio.

Blanx white shock trattamento sbiancante con led: confezione e utilizzo

La confezione di Blanx white shock trattamento sbiancante con led contiene:

  • Un tubetto da 30 ml di blanx White shock treatment 
  • Un bite con luce a led
  • Un foglietto illustrativo con tutte le istruzioni per l’utilizzo
  • Un blanxometro, ovvero una scala colore per comparare il prima e il dopo.

Iniziamo subito con il dire che il tubetto con erogatore a pompetta non è molto grande, mentre la pasta contenuta al suo interno è di colore azzurro. 

Funziona come un vero e proprio dentifricio sbiancante: bisogna effettuare un accurato lavaggio dei denti con il trattamento Blanx white shock e sciacquare la bocca. Successivamente, sarà necessario applicare il bite con luce a led, per la durata di un minuto. 

Questa operazione va ripetuta ogni volta che lavi i denti e, una volta alla settimana, la luce a led va utilizzata per 10 minuti di seguito. Per un risultato più intenso, le istruzioni consigliano di applicare un po’ di prodotto sui denti prima di attivare il bite con led. 

Tutto davvero semplice dunque, se non fosse per la mascherina del bite realizzata in plastica troppo dura, che impedisce di posizionare quest’ultimo sui denti in modo totalmente confortevole. Occorre pertanto tenerla in posizione con le mani, per tutta la durata del trattamento. 

Blanx white shock trattamento sbiancante: risultati

Veniamo ai risultati: il trattamento Blanx white shock funziona davvero? Dipende da ciò che cerchi: se vuoi schiarire di due o più tonalità lo smalto dei tuoi denti, non ti consiglio di acquistare questo prodotto, sarebbero soldi sprecati. 

Se invece cerchi un buon dentifricio sbiancante, che non graffi lo smalto come accade con alcuni che purtroppo troviamo alle volte sul mercato, il trattamento sbiancante Blanx potrebbe essere ciò che fa per te. 

La sensazione di pulito che lascia sui denti è piacevole, il sapore fresco e delicato, non troppo forte o intenso. Non otterrai una schiaritura di quattro toni ma i denti, dopo due settimane di utilizzo, saranno visibilmente più puliti e brillanti e le macchie un po’ attenuate. 

Tutto sommato, se paragonato ad altri dentifrici sbiancanti, Blanx white shock è leggermente superiore, grazie al led contenuto nella confezione, che favorisce il suo funzionamento.